One Billion rising 2014 – Trapani for Justice

1010791_579566442130773_2013651144_n

Anche quest’anno, Il Comitato delle Donne a Trapani ha risposto a gran voce all’appello internazionale del “One Billion Rising 2014″ che ha visto il mondo intero ballare per la giustizia. “Trapani for Justice” è stato organizzato dal Comitato delle Donne, in partenariato con il Comune e il sostegno della “AV Emotional Events” con il risultato di un insieme di voci unite per dire #siallagiustizia #noallindifferenza. Quest’anno in piazza Vittorio Veneto oltre a ballare la coreografia, uguale in tutto il mondo sulle note di “Breack the Chain”, si sono raccolte storie e significati della parola giustizia, i centinaia di ragazzi presenti provenienti da varie scuole della città hanno inciso su delle scatole bianche la loro idea e il loro significato del termine Giustizia. Cifre terribili, che da sole non raccontano il dolore, l’umiliazione e la paura di quelle Donne, Bambine, Ragazze uccise e umiliate nel corpo e nello spirito. 

Statistiche che non rendono l’idea di quanto sia una questione che riguarda TUTTI NOI, uomini e donne, giovani e adulti…nessuno escluso. “Giustizia e speranza”. Si apre così, con queste parole il flash mob #rise4justice che a Trapani ha visto ballare centinaia di persone unite in nome di un mondo più giusto, contro ogni forma di violenza e discriminazione sulle donne. Abbiamo il dovere, come donne, come madri, come rappresentanti dei giovani e chi inoltre rappresenta le istituzioni, di essere presenti con i mezzi che si hanno a disposizione, noi del Comitato delle Donne cerchiamo di sensibilizzare le coscienze attraverso eventi di aggregazione e condivisione raccogliendo l’eredità di chi, prima di noi, ha veramente lottato per l’emancipazione e per la libertà” afferma il presidente del Comitato – Vanessa Galipoli. Aderire per il secondo anno al One Billion Rising ha per Trapani un grande significato, proprio qui dove si è compiuto il più atroce dei femminicidi avvenuti in Italia, quello di Maria Anastasi e la piccola che portava in grembo, a loro e a Bose Uwada (donna nigeriana trovata morta a Custonaci) è stato dedicato il Flash Mob. La figlia maggiore di Maria, Annarita, ha fatto volare in cielo decine di palloncini, significato di Amore puro e Impegno Civile “perché ci sia giustizia, rispetto, parità, nessuna discriminazione e soprattutto la fine della violenza” #TrapaniforJustice.

 

Lascia un Commento